Informazioni sull’autore

cropped-25994493_1193707034099446_4695257395669899889_n.jpg

Biografia standard

Andrea Derizio è nato ad Alessandria nel febbraio del 1993.

Dopo essersi diplomato al Liceo Classico Giovanni Plana di Alessandria ha frequentato l’Università degli Studi di Torino (corso di laurea in Filosofia) e l’Università del Piemonte Orientale (corso di laurea in Lettere).

Nel 2011 è stato insignito di una menzione d’onore nel Concorso Nazionale di Poesia Città di Arenella.

Nel 2012 è stato pubblicato sull’antologia ufficiale del Concorso Internazionale di Poesia Mario Luzi.

Nel 2013 ha collaborato con la rivista digitale Paper Street.

Nel 2015 un suo racconto è stato pubblicato nella raccolta “Come foglie sugli alberi” (Delmiglio editore).

Attualmente vive a Milano.

 

Io su me stesso

Mi è piaciuto ascoltare e guardare storie fin da subito. In particolare quelle dove qualcuno attraversa l’oceano tra mille peripezie e poi, in qualche modo, riesce a raggiungere la terra.

Da ragazzino ho scoperto che scrivere – temi per la scuola, storielle per me stesso, parole a caso dove capitava – mi dava una grande soddisfazione.

Durante l’adolescenza ho letto Baudelaire. In poco tempo è diventato il mio padre letterario: il poeta, lo scrittore, l’uomo di lettere non doveva per forza essere un vecchio topo da biblioteca che faceva la morale ai comuni mortali da dietro la sua scrivania; poteva essere altro.

Ho iniziato a leggere per davvero. Ho letto tutto quello che mi arrivava in mano. Ho letto davvero tanto. Mi sono perso, in tutte quelle parole.

Ho scritto centinaia di poesie, decine di racconti, manciate di quaderni. Ho pubblicato qualcosa. Ho scritto per una rivista. Ho aperto un blog e poi, non soddisfatto di ciò che scrivevo, l’ho chiuso. Ho ricevuto un paio di premi, ma niente di prestigioso. La maggior parte del materiale l’ho buttata via.

Ho smesso di scrivere. Ho smesso di leggere tutto quello che mi arrivava in mano. Ho letto solo ciò che mi coinvolgeva. Anche qui, ho letto davvero tanto.

Ho ripreso a scrivere.

Proprio come i miei geni, i miei autori di riferimento provengono per metà dalla Francia (Charles Baudelaire e Albert Camus) e per metà dall’Italia (Italo Svevo e Antonio Moresco). Altri autori fondamentali per me sono Franz Kafka, Roberto Bolaño, Michel Houellebecq.

 

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.